Donazioni

Il tuo sostegno
è prezioso.
Grazie di cuore.

Offri le cure e l’assistenza sanitaria a chi non ne ha.
Curiamo le persone italiane e straniere che non accedono ai servizi sanitari pubblici quando le norme non lo consentono o perché non riescono ad accedervi.

Bonifico Bancario

Vuoi sostenere attivamente i servizi e i progetti gestiti e promossi dalla Associazione Salute e Solidarietà di Forlì?
Con il tuo aiuto puoi contribuire al finanziamento della nostra attività ambulatoriale e ai nostri progetti, come l’assistenza ai dormitori, lo sportello di etnopsicologia e le nostre iniziative che favoriscono l’integrazione.
Compila il bonifico bancario con le seguenti coordinate e, se preferisci, specifica nella causale la attività o il progetto che vuoi finanziare.

Salute e Solidarietà Odv
c/o Banca BCC ravennate forlivese e imolese
IBAN IT25I0854213207069000285513

5X1000

Basta una firma. Inserisci nella tua Dichiarazione dei Redditi il Codice Fiscale di Salute e Solidarietà e la tua firma nell’apposito campo “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…

Codice Fiscale
92090100402

E se non ho l’obbligo di presentare la denuncia dei redditi?
Puoi donare il tuo 5X1000 anche senza l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi. Basta recarsi ad un CAF o presso gli Uffici Postali.

Benefici Fiscali

Privati

I singoli cittadini donatori (persone fisiche) possono avere la detrazione fiscale pari al 35% della donazione fino ad un massimo di € 30.000oppure dedurre la donazione dal proprio reddito complessivo dichiarato per un importo non superiore al 10% del reddito; se la deduzione risultasse maggiore, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il 4°, fino a concorrenza del suo ammontare (ai sensi dell’ art.83, del D.Lgs n.117 del 03/07/2017).

Imprese

Le imprese possono: dedurre la donazione dal proprio reddito complessivo dichiarato per un importo non superiore al 10% del reddito; se la deduzione risultasse maggiore, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il 4°, fino a concorrenza del suo ammontare (ai sensi dell’ art.83, del D.Lgs n.117 del 03/07/2017).

Come usiamo i fondi raccolti:

Per noi è importante la trasparenza e far conoscere ai nostri donatori come vengono spese le somme raccolte. Ci impegniamo a pubblicare annualmente il nostro bilancio nella sezione articoli del sito.

I nostri volontari non ricevono nessun compenso; usufruiamo gratuitamente dell’ambulatorio, grazie ad un accordo con la Caritas di Forlì. Perciò i fondi vengono impiegati quasi esclusivamente per l’acquisizione di prestazioni di professionisti qualificati (es. etnopsicologi), spese di gestione dell’ambulatorio e spese per formazione ed eventi.

  • Attività e Progetti
  • Formazione ed Eventi
  • Spese Ordinarie

FAQ – Domande Frequenti:

I finanziamenti sono rappresentati dalle quote sociali annuali, dalle donazioni di singoli cittadini, direttamente (con possibilità di detrarle dalla denuncia dei redditi), con il 5 per mille. Inoltre partecipiamo a bandi di istituzioni pubbliche, di fondazioni bancarie e di altre organizzazioni private. In più svolgiamo attività di ricerca fondi presso privati.

I volontari non ricevono nessun compenso né rimborsi spese. I finanziamenti raccolti vengono utilizzati per acquistare farmaci, per assicurare esami e prestazioni specialistiche (non sono coperti dal Servizio Sanitario nazionale), per attuare i nostri progetti in cui chiediamo la partecipazione di professionisti qualificati (ad esempio l’assistenza psicologica e, nel futuro se ci riusciremo, l’assistenza odontoiatrica). Infine organizziamo momenti di formazione degli operatori e di sensibilizzazione dei cittadini e altre iniziative per farci conoscere.

I nostri pazienti sono persone italiane o straniere che non avendo una residenza non possono iscriversi al Servizio Sanitario Pubblico e avere il medico di base. Possono rivolgersi al servizio pubblico, di solito al Pronto Soccorso, solo in caso di urgenza. Quando nel corso delle nostre visite ci accorgiamo che potrebbero avere il diritto di iscrizione, li inviamo agli sportelli dell’Ausl (in Via Colombo).

No, qualsiasi cittadino che condivide i nostri valori può iscriversi all’associazione, pagando la quota annuale, e può sostenerci economicamente. Naturalmente, se vuole, può aiutarci anche dedicandoci un po’ del suo tempo, sia come operatore sanitario, nella cura dei pazienti, sia, se non è un sanitario, per attività di tipo organizzativo o amministrativo.

No , al momento è possibile effettuare una donazione solo tramite Bonifico Bancario e attraverso il tuo 5 per mille.

Certo, puoi trovare tutte le modalità in questa stessa pagina nella sezione benefici fiscali.

Sul sito sono descritte tutte le attività dell’associazione, sia quelle ordinarie, che sono gratuite in quanto assicurate direttamente dai volontari, sia i progetti, alcuni dei quali comportano costi sia per retribuire i professionisti sia per organizzare i servizi. Ogni anno sul sito rendicontiamo tutte le nostre attività e come sono stati utilizzati e suddivisi i fondi raccolti.

Certamente, basta scegliere il progetto per il quale si vuole donare e specificarlo nella causale del bonifico. Sarà nostra cura utilizzare la donazione solo per il progetto prescelto.